13 de Aprile de 2024 08:27

I tre alimenti che contengono più vitamina C del succo d’arancia

Diversi studi hanno dimostrato che il consumo frequente di alcolici è legato all’obesità e al sovrappeso, e alcuni lo hanno collegato a un aumento del rischio di cancro.

Nonostante i miti che circondano il succo d’arancia, la realtà è che si tratta di un alimento carico di zuccheri. Molti lo considerano un alimento sano, ma la quantità di zucchero contenuta nel succo d’arancia (anche in quello fresco) è paragonabile a quella delle bibite zuccherate, il che ha portato i nutrizionisti a sconsigliarne il consumo regolare.

Diversi studi hanno dimostrato che il consumo frequente di succo d’arancia è legato all’obesità e al sovrappeso, e alcuni lo hanno collegato a un aumento del rischio di cancro. Ma perché il succo d’arancia è dannoso se il frutto intero non lo è?

Miguel Ángel Martínez-González, professore di Medicina Preventiva e Salute Pubblica presso l’Università di Navarra, spiega nel suo libro Salud a ciencia cierta che trasformare la frutta in succo è una cattiva idea, perché si perdono le fibre. Inoltre, la parte bianca che circonda gli spicchi, nota come albedo, contiene molti antiossidanti interessanti per la salute.

ARANCIA
Contrariamente a quanto si crede, il succo d’arancia non è la principale fonte di vitamina C nella nostra dieta. Sebbene una porzione da 100 grammi contenga 50 milligrammi di vitamina C, esistono altri alimenti molto più salutari che forniscono la stessa quantità o più. Uno di questi è il prezzemolo, che contiene 133 milligrammi di acido ascorbico per 100 grammi di foglie.

Secondo la Fondazione spagnola per la nutrizione (FEN), il prezzemolo ha molte proprietà salutari, che però si perdono facilmente. Pertanto, si consiglia di congelarlo per conservarlo meglio.

PEPERONE ROSSO
Il peperone rosso, noto anche come pepe, è un altro ortaggio ricco di vitamina C. Ogni 100 grammi di peperone contiene fino a 127,7 milligrammi di acido ascorbico. Inoltre, secondo la FEN, ha un basso contenuto calorico, in quanto la sua componente principale è l’acqua, seguita da proteine e carboidrati.

I peperoni rossi sono anche un’importante fonte di vitamina B6, così come i peperoni verdi. Una sola porzione di peperoni può fornire fino al 135% della dose giornaliera raccomandata di vitamina C.

KIWI

diferencia del zumo de naranja, el kiwi es un alimento rico en vitamina C pero que no goza de la misma fama. Concretamente, cada 100 gramos de kiwi contienen 92,17 miligramos de ácido ascórbico, casi el doble que el zumo. Además, tiene un alto contenido en fibra, que alcanza los 3 gramos por unidad.

Según la Fundación Española de la Nutrición, el kiwi aporta una cantidad moderada de hidratos de carbono en forma de azúcares, pero también posee fibra, especialmente del tipo soluble. Con el consumo de un kiwi de tamaño medio, se cubre el 85% de las ingestas diarias recomendadas de vitamina C, lo que contribuye a la protección de las células frente al daño oxidativo.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie