16 de Aprile de 2024 00:13

Gli scioperi negli aeroporti spagnoli sono già stati programmati per il periodo natalizio.

Un totale di 10.000 lavoratori interromperanno il lavoro a metà del periodo natalizio per recuperare la retribuzione di produttività.


Il Natale si prospetta complicato per tutti coloro che intendono viaggiare in aereo da e per la Spagna.

Il sindacato Comisiones Obreras (CCOO) ha indetto uno sciopero in cui 10.000 lavoratori dell’AENA si fermeranno per Natale, con l’obiettivo di recuperare il salario di produttività che hanno smesso di ricevere quando è scoppiata la pandemia a causa del calo del traffico aereo.
L’organizzazione dei lavoratori ha indetto lo sciopero “il 22, 23, 30 e 31 dicembre 2022”, nonché “il 6 e l’8 gennaio”, che interesserà i principali aeroporti spagnoli.

Il CCOO ha sostenuto che il traffico aereo si è già ripreso ai livelli pre-pandemia, quindi ritiene che non ci sia motivo per non tornare a riscuotere questa retribuzione annuale ai propri lavoratori. Quest’anno sono transitati negli aeroporti AENA 225,7 milioni di passeggeri, il 110% in più rispetto all’anno scorso.Inoltre, l’organizzazione ha sottolineato che i lavoratori dei diversi aeroporti sono “in attesa di soluzioni” da parte del Ministero del Lavoro, ma il problema non è ancora stato risolto.
Al momento, l’unico sindacato che sostiene lo sciopero è Comisiones Obreras, che ha il 42% della rappresentanza nelle aziende del gruppo Aena.

Agli scioperi di AENA si aggiungono quelli dei piloti di Air Nostrum. Il sindacato dei piloti SEPLA ha indetto scioperi di 24 ore il 22, 23, 26, 27, 29 e 30 dicembre e il 2 e 3 gennaio per chiedere l’aggiornamento del CPI nella negoziazione del nuovo contratto collettivo.
Inoltre, vale la pena ricordare che il personale di cabina di Vueling ha iniziato il 1° novembre uno sciopero che terminerà il 31 gennaio 2023.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie