21 de Maggio de 2024 02:31

Vomito di capodoglio, il tesoro nascosto delle Canarie: un chilo può essere venduto a 80.000 euro

Un tweeter isolano sottolinea che “è molto ambito in profumeria come fissativo di odori”.

Il capodoglio è una delle 28 specie di cetacei che vivono nelle acque profonde delle Isole Canarie. Secondo i dati del governo regionale, ne esistono circa 360.000 esemplari in tutto il mondo, una cifra ben lontana dal milione che esisteva prima della caccia massiccia, e la loro principale minaccia nelle isole, soprattutto a Gran Canaria e Tenerife, è l’alta densità di traffico marittimo, motivo per cui è aumentato il numero di esemplari spiaggiati sulle nostre coste.

Oltre a questi dati, il tweeter Víctor D. (@BiodiverSital) ha condiviso ieri una curiosità sui capodogli che, sicuramente, pochissime persone conoscono. Il prezzo di un chilo di vomito di questo cetaceo viene venduto tra i 50.000 e gli 80.000 euro al chilo.

Víctor ha condiviso un’immagine di quella che sembra una pietra, ma che in realtà è un piccolo frammento di vomito di capodoglio. “È conosciuta come ambra grigia, si forma dalla solidificazione del vomito di capodoglio ed è molto ambita in profumeria come fissativo degli odori”.

Allo stesso modo, questo appassionato di biologia insulare aggiunge che “si pensa che i “becchi” dei calamari, essenziali nella dieta dei capodogli, non potendo essere digeriti, li facciano rigurgitare avvolti in cibo semidecomposto e fluidi gastrici che finiranno per dare origine all’ambra grigia”.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie