21 de Maggio de 2024 02:16

Tragedia in volo: un giovane di 30 anni ha un malore e perde la vita

Prima alcuni aeroporti hanno negato il permesso di atterrare, poi mancava la scorta per accompagnare l’ambulanza all’aeromobile. Circostanze che hanno dilatato i tempi per fornire ausilio al giovane. Questi ritardi hanno inciso sulle possibilità di salvezza del giovane?

Un tragico evento ha colpito il volo Torino-Lamezia Terme. Un passeggero di soli 30 anni, che viaggiava in compagnia della madre, ha avuto un malore a metà del tragitto. Nonostante gli sforzi del capitano di atterrare all’aeroporto più vicino, nessuno degli scali ha dato l’autorizzazione.

Il volo Ryanair FR8780R, partito da Torino con destinazione Lamezia Terme, si è quindi visto costretto a invertire la rotta e tornare a Caselle. Una volta atterrato, tuttavia, la situazione si è ulteriormente complicata. La scorta per l’ambulanza non era disponibile e questa serie di ritardi ha impedito ai soccorsi di intervenire in tempo.

Il giovane, purtroppo, non ce l’ha fatta ed è deceduto. Secondo quanto riportato, la causa della morte sarebbe stata un arresto cardiaco. Il velivolo è rimasto fermo sulla pista per consentire gli accertamenti dei tecnici dello Spresal e della polizia.

Questo tragico evento solleva importanti questioni sulla gestione delle emergenze in volo e sulla necessità di procedure più efficaci per garantire la sicurezza dei passeggeri. La perdita di una vita così giovane è un monito per tutti noi. La sicurezza dei passeggeri deve essere sempre la priorità assoluta.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie