19 de Aprile de 2024 17:54

Il Comune attua un nuovo piano straordinario di occupazione sociale di cui beneficiano 53 famiglie di Granadilla.

Il contratto di lavoro ha una durata di un anno e l’investimento economico è di oltre 668.000 euro.

Il Comune di Granadilla de Abona, attraverso l’Agenzia per l’Impiego e lo Sviluppo Locale (AEDL), ha avviato un nuovo piano straordinario di occupazione sociale di cui beneficiano 53 famiglie granadolesi in situazione di vulnerabilità e per il quale è stato stanziato un budget di oltre 668.000 euro. Questa settimana il sindaco, José Domingo Regalado, il primo vicesindaco, Marcos González, e gli assessori all’AEDL e alle Risorse Umane, rispettivamente Yanira González e María Candelaria Rodríguez, tra gli altri membri della corporazione municipale, hanno accolto i beneficiari del programma.

Il progetto, che rientra nell’accordo di collaborazione tra il Servizio per l’Impiego delle Canarie (SCE) e il FECAM per il reinserimento nell’ambito del programma straordinario di occupazione sociale, prevede un investimento totale di 668.506,99 euro, di cui 548.506,99 euro corrispondono al SCE e 120.000 euro sono stati apportati dal Comune.

José Domingo Regalado ha dato il benvenuto ai membri di questo accordo, che rafforza l’impegno del gruppo governativo nella creazione di posti di lavoro, attraverso accordi con le amministrazioni sovracomunali e con il settore privato e imprenditoriale, sfruttando tutte le opportunità possibili affinché Granadilla de Abona continui a progredire e ad aumentare le opportunità di lavoro presenti e future per la nostra popolazione.

Marcos González ha sottolineato che l’attuazione di iniziative come queste sono un grande sostegno in questo momento per molte famiglie che hanno difficoltà a trovare lavoro, ad acquisire conoscenze relative a settori comunali essenziali, a promuovere l’occupabilità e la formazione. Da parte sua, Yanira González ha sottolineato ai membri del piano l’importanza di sfruttare al meglio i 12 mesi che li vedranno impegnati nel processo di qualificazione e nell’esecuzione di diversi compiti, che avranno anche un impatto sull’immagine del loro Comune e sul benessere sociale della popolazione.

Del numero totale di dipendenti, 11 sono operai di prima classe e 42 sono manovali edili per svolgere compiti di interesse pubblico e di utilità sociale, oltre al personale amministrativo. Le azioni da svolgere consisteranno nel recupero e nella pulizia delle infrastrutture comunali, nella manutenzione di spazi ed edifici pubblici come giardini, aree sportive, zone costiere, nell’eliminazione delle barriere architettoniche, nell’illuminazione, nell’impianto idraulico, nella realizzazione di opere di abbellimento dell’ambiente urbano, come piccole opere pubbliche, tinteggiature e riparazioni generali, nonché nel recupero e nella pulizia di infrastrutture comunali come strade rurali, piste agricole, sentieri, parchi e aree verdi, tra le altre cose.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie