16 de Aprile de 2024 00:06

Gerusalemme, strage in sinagoga: uccise sette persone. La Jihad: “Vendetta per Jenin”

Le vittime sono state colpite all’uscita dalla funzione per lo shabbat. Ucciso l’attentatore, veniva dal campo profughi di Shuafat

Sette morti (più l’attentatore) e almeno tre feriti: è il bilancio, ancora provvisorio, dell’attentato avvenuto ieri intorno alle 20.15 nei pressi di una sinagoga a Neve Yaakov, quartiere a nord-est di Gerusalemme, abitato in buona parte da ultraortodossi ma anche da ebrei di immigrazione più recente, provenienti da Russia ed Etiopia. Fra le vittime, stando alle prime informazioni, pure un ragazzino di 14 anni.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie