13 de Aprile de 2024 08:15

Un detenuto frattura il naso a un agente di polizia a Tenerife.

L’agente è stato trovato privo di sensi da un altro collega; il CEP prevede che almeno due agenti accompagnino gli arrestati quando sono in servizio.

Un agente della Polizia Nazionale è stato brutalmente aggredito sabato scorso presso la stazione della Polizia Nazionale nel sud di Tenerife, precisamente a Playa de Las Americas, secondo le informazioni raccolte attraverso canali non ufficiali e successivamente confermate dalla Confederazione Spagnola di Polizia (CEP).

I fatti in questione hanno avuto luogo quando l’agente in questione ha scortato un detenuto che doveva recarsi al servizio, ma in realtà ha approfittato di questo trasferimento per aggredire brutalmente l’agente, provocandogli lesioni talmente gravi da richiedere il trasferimento in ospedale. Non sorprende che questo funzionario pubblico abbia riportato la rottura del naso a seguito dell’attacco inaspettato dell’arrestato.

Interrogato in merito, il portavoce e segretario generale del CEP della provincia di Tenerife, José Luis Gallardo, ha dichiarato che “non è la prima volta che chiediamo che vengano prese le misure necessarie affinché i colleghi che, come in questo caso, prestano servizio nelle celle della polizia, possano essere portati in ospedale”, Non è la prima volta che chiediamo che i colleghi che, come in questo caso, lavorano nelle celle dei diversi centri di lavoro della provincia siano affiancati da un altro collega quando devono uscire dalla cella, ad esempio per andare in bagno, per evitare eventi come quelli che si sono verificati questo fine settimana nella stazione di polizia di Playa de Las Américas”.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie