19 de Aprile de 2024 17:51

Smantellata una banda che distribuiva “gocce magiche” nelle Isole Canarie
La droga è ancora in fase sperimentale.

La Guardia Civil ha smantellato la prima organizzazione criminale in Spagna specializzata nell’importazione, produzione e distribuzione di SARMS, note come gocce magiche, farmaci con acronimi di origine inglese e classificati come modulatori selettivi dei recettori degli androgeni, la cui distribuzione è vietata.

L’operazione è iniziata nel 2021 ed è la prima condotta in Spagna contro il traffico di questo tipo di sostanze, secondo la Guardia Civil, che ha arrestato tre persone e ne ha indagate altre sei.

Le gocce magiche sono classificate dall’Agenzia spagnola per i medicinali come “farmaci in fase di sperimentazione”, pertanto la loro distribuzione e vendita non è autorizzata in Spagna.

Vengono pubblicizzate come un’alternativa agli steroidi, senza effetti collaterali e con somministrazione orale. Tuttavia, la Guardia Civil sottolinea che “possono avere effetti collaterali significativi”, come “pressione alta, eruzioni cutanee, mal di testa, tossicità epatica, problemi alla vista o impotenza”.

I farmaci venivano offerti attraverso i social network e un sito web, promettendo di migliorare le prestazioni sportive con la loro assunzione.

La pubblicità di queste sostanze era sempre rivolta agli sportivi.

L’organizzazione importava i principi attivi in polvere da Paesi terzi, per poi lavorarli e distribuirli in forma liquida all’interno di contenitori contagocce.

Per farlo, si avvaleva della collaborazione di un laboratorio ufficiale, che elaborava i farmaci in arrivo da Paesi terzi per miscelarli con gli eccipienti necessari al loro consumo.

Infine, li hanno condizionati e confezionati in formato contagocce e li hanno inseriti in scatole individuali.

Chiamata Sahagún-Arán, l’operazione ha coinvolto le province di Barcellona, Valencia, Malaga, Madrid, Granada, Murcia e Las Palmas.

È stato possibile smantellare l’organizzazione e sequestrare grandi quantità di SARMS, oltre a materiale per la loro fabbricazione, confezionamento e spedizione.

Nello specifico, sono stati sequestrati circa 10.000 contagocce di 10 diversi tipi di SARMS completamente preparati e condizionati per la distribuzione, 3.200 in polvere e 870 litri di eccipiente PEG-400.

Gli investigatori stimano di aver potuto riempire i contenitori ed etichettarli per un valore di circa 870.000 euro.

Si è proceduto anche al sequestro di macchinari per la lavorazione e il confezionamento, che l’organizzazione criminale intendeva mettere in funzione nel prossimo futuro come catena industriale di miscelazione e riempimento.

L’operazione è stata diretta dal Tribunale di Istruzione numero 1 di Mataró (Barcellona) ed è stata condotta in contatto permanente e con la collaborazione dell’Agenzia Statale Commissione Spagnola per la Lotta al Doping nello Sport (CELAD), dell’Ispettorato Farmaceutico del Servizio Sanitario delle Comunità Autonome di Catalogna e Andalusia, dell’Università Cattolica di Murcia (UCAM) e dell’Università San Pablo CEU, che hanno fornito un’indispensabile consulenza tecnica assistendo alle perquisizioni e alle ispezioni effettuate.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie