26 de Maggio de 2024 23:41

Sebbene la Magna Carta spagnola sia stata approvata nel 1978, questo anniversario viene celebrato dal 1983.

La nostra Costituzione spagnola ha trasformato il Paese in una democrazia parlamentare paragonabile al resto delle democrazie che ci circondano.

E come ogni anno, il 6 dicembre 2022, gli spagnoli commemoreranno il Giorno della Costituzione, perché proprio il 6 dicembre 1978 si tenne il referendum con cui gli spagnoli approvarono la norma che avrebbe regolato – da quel momento in poi – l’organizzazione e il funzionamento delle istituzioni pubbliche, nonché i limiti a cui avrebbero dovuto circoscrivere la loro attività.Era un mercoledì del dicembre 1978 e tutti gli spagnoli erano stati convocati ai seggi elettorali per rispondere a una domanda molto semplice:
“Approvate il progetto di Costituzione? Il 91,81% dei 17 milioni di spagnoli che si recarono alle urne risposero affermativamente; iniziò così questa avventura democratica che stiamo ancora vivendo 44 anni dopo… anche se a volte sembra vacillare.

Forse è stato considerato un po’ eccentrico celebrare il Giorno della Costituzione l’anno successivo alla sua approvazione.

Tuttavia, già nel 1983 è stato possibile guardare all’evento con la prospettiva necessaria per rendersi conto dell’importanza storica di quel giorno del dicembre 1978.
Per questo motivo, il Real Decreto 2964/1983 del governo di Felipe González ha segnato questa data sul calendario come giorno festivo.

È possibile che quando fu decretata questa festività si volesse incoraggiare gli spagnoli a riflettere sulla posizione di questa legge nella loro storia… e sul ruolo che avrebbe avuto nel futuro della Spagna e degli spagnoli. Tuttavia, anno dopo anno e fin dalla sua prima celebrazione, per gran parte della popolazione il Giorno della Costituzione ha significato solo una cosa: un ponte.

Il fatto è che il Giorno della Costituzione finisce sempre per coincidere con un’altra festività: il Giorno dell’Immacolata Concezione, che ricorre l’8 dicembre.
Entrambi i giorni sono feste nazionali; pertanto, tutte le comunità autonome godranno di queste date di riposo.

La Costituzione spagnola è piuttosto estesa. Il testo è composto da 169 articoli, 4 disposizioni aggiuntive, 9 disposizioni transitorie, una disposizione derogatoria e una disposizione finale.

La maggior parte dei cittadini usa questi giorni per decorare il presepe e l’albero o per fare gli acquisti natalizi.
Tuttavia, i lavoratori che hanno ancora uno o due giorni a disposizione, possono costruire un weekend lungo molto più lungo e approfittarne per fare una breve pausa da qualche parte nel Paese per staccare la spina e riposare prima dell’inizio delle festività.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie