24 de Febbraio de 2024 07:28

Rigore a porta vuota

È successo nella sfida fra CD Azuqueca B e Sporting Cabanillas, valida per la nona giornata del Gruppo 2 della Primera División Autonómica Preferente de Castilla-La Mancha, il settimo livello della piramide calcistica spagnola.

Allo scadere e sul risultato di 2-2, un calciatore della squadra ospite subisce un grave infortunio alla gamba. In attesa dell’ambulanza e di capire le condizioni del ferito, il direttore di gara sancisce la fine della partita. E dov’è l’inghippo, vi chiederete? Dopo 15 minuti, e con la squadra di casa ormai negli spogliatoi, l’arbitro decide di assegnare un calcio di rigore per il contatto che ha causato l’infortunio.

I giocatori dell’Azuqueca non ci stanno. Richiamati per la battuta del penalty, decidono di non tornare in campo. L’unico a mettere piede nuovamente sul terreno di gioco è il portiere, che protesta a modo suo. Anziché schierarsi tra i pali, l’estremo difensore attende accanto alla porta. Dagli 11 metri e con lo specchio sguarnito, il rigorista dello Sporting Cabanillas non sbaglia. È 2-3 per gli ospiti, tra i fischi e le urla del pubblico.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie