27 de Maggio de 2024 00:14

Palermo, alla Motorizzazione le mazzette venivano contate in bagno. Le telecamere della polizia incastrano i funzionari corrotti

I retroscena dell’indagine della Stradale che nei giorni scorsi ha portato agli arresti domiciliari sette impiegati e 13 titolari di agenzie di disbrigo pratiche

Le mazzette per i funzionari viaggiavano nelle pratiche, e poi venivano contate in bagno. Le telecamere piazzate dalla polizia stradale alla Motorizzazione di Palermo raccontano uno spaccato inquietante. Nei giorni scorsi, sono finiti ai domiciliari sette funzionari e tredici titolari di agenzie di disbrigo pratiche. Il grande affare era quello dell’immatricolazione delle auto straniere. A casa di uno dei funzionari, Luigi Costa, i poliziotti hanno trovato 590 mila euro in contanti, nascosti dietro gli armadi, nei cappucci di alcune felpe.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie