27 de Maggio de 2024 00:00

Le Quadrantidi, quasi 100 meteore/ora trasmesse dal Monte Teide

Un fenomeno che, insieme alle Geminidi e alle Perseidi, fa parte del ristretto gruppo degli sciami meteorici più intensi dell’anno.

Il canale sky-live.tv, nell’ambito delle attività di divulgazione del progetto europeo Interreg EELabs (eelabs.eu), trasmetterà in diretta la massima attività della pioggia di meteore Quadrantidi dall’Osservatorio del Teide (Tenerife) e dal Centro Internazionale per l’Innovazione Sportiva nell’Ambiente Naturale “El Anillo”, con il coordinamento della strategia dell’Estremadura, Buenas Noches.

L’appuntamento è per le prime ore di martedì 4 gennaio alle 06.00 UT (ora locale delle Isole Canarie, 07.00 CET, ora locale in Europa) su https://sky-live.tv/. Tuttavia, per coloro che desiderano godersi questo spettacolo all’aria aperta, a partire dalle 02.00 UT, la costellazione della Stella Galleggiante sarà all’orizzonte, quindi inizieremo a vedere alcune di queste meteore.

Lo sciame delle Quadrantidi, che insieme alle Geminidi e alle Perseidi fa parte del ristretto gruppo degli sciami meteorici più intensi dell’anno, sfiora di solito le 100 meteore all’ora (ZHR, tasso orario zenitale) e rimane costante anno dopo anno (anno di attività delle Quadrantidi 2022 in IMO). Quest’anno il picco di attività è previsto per le 03.40 UTC del 4 gennaio, quindi la mattina presto di quel giorno, poco prima dell’alba, sarà il momento migliore per osservarle.

UNA DOCCIA MOLTO PRESTO
Le Quadrantidi mostrano il loro picco di attività nella prima settimana di gennaio. Anche se bisogna ricordare che bisognerà attendere le prime ore del mattino affinché il radiante (il punto da cui sembrano nascere le “stelle cadenti”) di questa pioggia di meteore sia sufficientemente alto nel cielo per poterle vedere facilmente.

Il luogo che speriamo di individuare è la costellazione della Boa, che si trova vicino all’Orsa Maggiore (per questo motivo, questa pioggia di meteore sarà appena visibile dall’emisfero meridionale). Normalmente, gli sciami meteorici prendono il nome dal loro radiante (Perseidi dalla costellazione di Perseo, Geminidi dai Gemelli,…). Tuttavia, le Quadrantidi prendono il nome dalla costellazione estinta Quadrans Muralis, indicata dall’astronomo Joseph Lalande nel 1795 e che, sebbene non sia più riconosciuta dagli scienziati, continua a dare il nome a questa pioggia di meteore.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie