15 de Aprile de 2024 23:08

Il Cabildo mette a gara l’Autodromo per 56 milioni di euro

Il presidente del Cabildo, Pedro Martín, sottolinea che “si tratta di un grande passo, una gara d’appalto che permetterà alle imprese di candidarsi per realizzare i lavori”.
Il Consiglio di Governo del Cabildo di Tenerife ha approvato il contratto per la costruzione dell’Autodromo di Tenerife, nel comune di Granadilla de Abona.
La costruzione di questa infrastruttura motoristica avrà un budget di gara di 56 milioni di euro e un periodo di completamento di 40 mesi.
Il presidente dell’isola, Pedro Martín, ha sottolineato che “si tratta di un grande passo avanti, una gara d’appalto che permetterà alle aziende di candidarsi per realizzare questi lavori, in modo che quest’anno potremo vedere i macchinari al lavoro”.
Ha inoltre affermato che “è importante che quando si parla di Autodromo non si parli più solo di idee, di possibili progetti o di futuro.
Penso che dobbiamo fare dei passi in questo lungo processo, con molte procedure amministrative, per rispettare tutte le normative”.
Pedro Martín ha indicato che la gara d’appalto prevede l’esecuzione di tre progetti: la canalizzazione dei tre burroni con il piano di difesa dalle inondazioni, il livellamento e le installazioni per le tribune rimovibili e, infine, la pista di velocità.
Da parte sua, il Primo Vicepresidente e Assessore alle Strade dell’isola, Enrique Arriaga, ha dichiarato che “ci sono state molte difficoltà lungo il percorso, ma siamo molto soddisfatti perché tra pochi mesi potranno iniziare i lavori di questa infrastruttura, molto richiesta dalle migliaia di appassionati di automobilismo dell’isola”.

Arriaga ha sottolineato che “il circuito avrà una superficie di circa 650.000 metri quadrati, che consentirà di svolgere ogni tipo di competizione con qualità e, soprattutto, sicurezza”.
Ha inoltre ricordato che “ha l’approvazione della Federazione Internazionale dell’Automobile e della Federazione Internazionale del Motociclismo per ospitare gare di alto livello”.
“Questo spazio non sarà riservato esclusivamente ai grandi eventi, il nostro obiettivo è che il mondo dei motori continui a crescere a Tenerife.
A tal fine, il Circuito avrà strutture dedicate alla formazione e ci saranno anche appezzamenti di terreno dove le aziende legate a questo settore potranno insediarsi per testare i componenti, i materiali da corsa, l’assemblaggio di parti e le riparazioni, che diventeranno una nuova nicchia occupazionale nella zona sud dell’isola”, ha detto Arriaga.
Una volta completati i lavori, la pista sarà lunga 4.050 metri, con un rettilineo principale di 800 metri, e sarà uno dei pochi circuiti al mondo in cui si potrà correre contro il tempo.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie