24 de Febbraio de 2024 06:18

Il Com.It.Es di Arona è stato sciolto oppure no?

Sin da subito, dopo le elezioni del Com.It:Es del dicembre del 2021, abbiamo assistito ad aspre polemiche in seno al Comitato, con diatribe che hanno coinvolto i Consiglieri. Queste sembrano essersi acuite nelle ultime settimane, tanto che si è diffusa la voce che il Com.It.Es di Arona (Tenerife) sarebbe stato sciolto. In realtà non è così, anche se c’è di vero che il Vice-Consolato di Arona avrebbe proposto al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale lo scioglimento dello stesso. Tuttavia fino a questo momento, non è stata assunta alcuna decisione in merito.

Abbiamo contattato il Presidente Com.It.Es Arona – Canarie, sig. Maurizio Mior. chiedendogli di rilasciare una dichiarazione sulla confusa situazione che si è venuta a creare. Di seguito riportiamo integralmente la sua risposta:

Facciamo chiarezza sulle vicende del Com.It.Es. di Arona – Canarie

A cura del Presidente Com.It.Es Arona – Canarie Maurizio Mior

Il Com.It.Es. È una assemblea di 12 persone elette fra gli Italiani residenti in una circoscrizione consolare, in questo caso quella delle isole Canarie, la loro missione quella di diffondere e preservare la Cultura Italiana e favorire l’integrazione dei connazionali.

Le elezioni del Dicembre 2021, hanno visto fronteggiarsi tre liste, allora vinse quella denominata Insieme dove io sono stato eletto, a seconda la lista Tricolore, terza la lista Azzurra.

I quattro Consiglieri Tricolore; Giuseppe Stabile, Civita Masone, Donata Colella, Rocco Crimeni, dopo aver perso le elezioni, evidentemente non accettando la decisione degli elettori e le regole democratiche, da subito hanno attivato nelle assemblee un ostruzionismo distruttivo, ponendo in essere ostacoli formali e pretestuosi.

I quattro Consiglieri hanno sempre ostacolato la mia gestione, sollevando continue difficoltà, costringendomi a lunghe ed estenuanti riunioni, vi cito solo un esempio fra i tanti; hanno preteso per oltre un anno continue revisioni del regolamento interno e dello statuto, rallentando i lavori del Com.It.Es. che invece deve promuovere iniziative concrete a vantaggio degli Italiani

Nel Febbraio 2023 all’opposizione si sono aggiunti due Consiglieri provenienti dalla maggioranza; Guido Gianoli e Vito Valente, che come nella peggior classe politica, hanno cambiato bandiera, tradendo il mandato ricevuto dagli elettori.

Come Presidente unitamente ai Consiglieri Giuseppe Bucceri, Giuseppe Buccinà, Emilio Fedele, Angeles Corvo e Lucio Marrone, che ringrazio per il sostegno, in questi quasi due anni abbiamo volontariamente ed incessantemente lavorato (precisiamo senza compensi) raggiungendo dei risultati positivi.

Fra le tante nostre iniziative citiamo l’attività di accoglienza a favore delle categorie protette, che hanno potuto visitare la nave Amerigo Vespucci in sosta alle Canarie, ottenendo noi una lettera d’encomio da comandante della nave che vi allego, abbiamo promosso la divulgazione della cultura Italiana e l’assistenza ai connazionali, anche per il disbrigo di pratiche burocratiche, lungo sarebbe l’elenco che è a disposizione.

Vista inutile e fallimentare la loro pretestuosa opposizione i consiglieri Tricolore nel 2023 hanno smesso di venire alle riunioni.

La legge 286/2003 istitutiva del Com.It.es. all’art 8 prevede che chi non partecipa per tre volte consecutive alle riunioni decade automaticamente questo è avvenuto per i consiglieri Stabile, Masone Gianoli, Valente, ed io ho dovuto comunicare al Consolato la loro automatica decadenza (exlege), chiedendo il reintegro nella carica di Consigliere con i primi non eletti delle loro rispettive liste, è un mio dovere e non una mia scelta o decisione, è la legge che me lo impone.

Ad oggi il Consolato non ha provveduto alla loro sostituzione, e ipotizzo, che vista la gran confusione creata ad arte dalla minoranza, ha ritenuto opportuno chiedere al Ministero degli Esteri lo scioglimento del Com.It.Es., un atto importante da ben valutare, i contribuenti con le loro tasse hanno pagato questa struttura, scioglierla è come buttare i soldi al vento.

Unitamente ai cinque Consiglieri che mi sostengono, ho già presentato ricorso al tribunale TAR del Lazio, che è competente in materia, chiedendo la sostituzione dei Consiglieri dichiarati decaduti e l’annullamento della richiesta di scioglimento del Com.It.Es. consentendone così il proseguimento dell’attività.

Morale finale, l’attività ostruzionistica di Giuseppe Stabile, suoi fedeli della lista Tricolore e dei due volta bandiera, non ha portato nulla alla comunità Italiana in Canaria, mai hanno fatto proposte per attività a favore dei connazionali, hanno solo tentato di demolire.

Speriamo che il buon senso prevalga, che il TAR o il Consolato provvedano alla sostituzione dei Consiglieri decaduti, consentendo il proseguo del nostro mandato nell’unico interesse della nostra comunità.

Preciso che contrariamente ad alcune voci il Com.It.Es. è operativo e funzionate e tale rimane, è stata fatta solo una richiesta di scioglimento, che ad oggi non è avvenuta.

Il Presidente Com.It.Es Arona – Canarie Maurizio Mior

Riceviamo in allegato lettera d’encomio.

Cosa sono i Com.It.Es e qual è il loro scopo

I Com.It.Es (Comitati degli Italiani all’Estero) sono organizzazioni associative di italiani residenti all’estero. Questi comitati operano in diverse nazioni del mondo e sono stati istituiti con l’obiettivo di rappresentare e sostenere gli interessi della comunità italiana all’estero, nonché promuovere la cultura italiana e le relazioni bilaterali tra l’Italia e il paese ospitante.

I Com.It.Es svolgono un ruolo importante nel facilitare l’integrazione degli italiani all’estero, offrendo servizi di consulenza, organizzando eventi culturali, promuovendo l’apprendimento della lingua italiana e fornendo supporto in questioni amministrative e legali.

Essi sono organizzati a livello locale e operano sotto la supervisione del Ministero degli Affari Esteri italiano. Ogni Com.It.Es è composto da membri eletti dalla comunità italiana residente nel rispettivo paese ospitante. Questi comitati giocano un ruolo cruciale nel collegare gli italiani all’estero alla loro terra d’origine e contribuiscono a mantenere viva la cultura italiana nelle diverse parti del mondo.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie