24 de Febbraio de 2024 06:49

COP 28 Il futuro climatico del mondo viene discusso da oggi a Dubai

Prima dell’inizio del Vertice sul clima delle Nazioni Unite, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato un’allerta sull’impatto umano dell’inquinamento.

Temi cruciali saranno affrontati in un summit in cui si discuterà del progressivo abbandono dei combustibili fossili, di come garantire finanziamenti sufficienti per una transizione equa e di come mantenere vivo l’obiettivo di riscaldamento globale raccomandato dalla scienza, in un contesto di crescente mancanza di fiducia non solo negli impegni dei governi, ma anche tra i paesi ricchi e il Sud Globale.

La direttrice del Dipartimento di Sanità Pubblica e Ambiente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, María Neira, ha spiegato: “Abbiamo fenomeni climatici più estremi, abbiamo spostamenti di massa, abbiamo aria molto tossica e inquinata. Abbiamo carenza d’acqua, carenza di cibo, malattie trasmesse da insetti, malattie non trasmissibili, problemi di salute mentale. Tutto è a rischio a causa dei cambiamenti climatici. Pertanto, la salute può essere una motivazione importante per adottare ulteriori misure contro il cambiamento climatico”.

L’Indonesia è uno dei paesi in cui l’inquinamento ha un impatto devastante sulla popolazione.

La figlia di Edy Suryana, in Indonesia, ha la tubercolosi: “Chiaramente abbiamo subito un impatto. Nel 2010, mia cognata è morta dopo un anno di matrimonio con mio fratello minore. Aveva i polmoni bruciati, ma non fumava”. Il traffico veicolare non sempre in buone condizioni contribuisce a un livello di inquinamento che peggiora le malattie respiratorie in Indonesia, specialmente a Jakarta.

Quando le autorità del paese non pongono la salute come priorità, gli abitanti hanno solo come ultimo ricorso il sostegno delle norme sovranazionali di obbligatorio rispetto, come quelle che verranno discusse nella COP 28 a Dubai fino al 12 dicembre.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie