16 de Aprile de 2024 00:10

Un guachinche sta cercando l’uomo che gli ha fatto una ‘simpa’ di 90 euro: “Il pasto comprendeva una bistecca T-Bone e alcuni dei piatti più costosi del menu”.

“Comprendiamo che a volte possono verificarsi malintesi o situazioni che possono indurre qualcuno a dimenticare di pagare il conto. Tuttavia, dobbiamo ricordare che questo tipo di comportamento è imperdonabile e ci obbliga a prendere provvedimenti per recuperare i costi”, ha dichiarato l’azienda.

Il Guachinche La Maestra, situato a Las Chafiras, nel comune di Santa Cruz de Tenerife, ha denunciato attraverso i suoi profili social media che un cliente ha lasciato il locale martedì scorso senza pagare il conto, che ammontava a circa 90 euro.

Dopo la “simpa”, il locale ha condiviso una pubblicazione che riporta i dettagli dell’incidente. “Un signore ha gustato un pasto delizioso, che comprendeva una bistecca T-Bone e diversi piatti tra i più costosi del nostro menu, ma se n’è andato senza pagare il conto”, spiega il profilo Facebook del ristorante.

“Comprendiamo che a volte possono verificarsi malintesi o situazioni che possono indurre qualcuno a dimenticare di pagare il conto. Tuttavia, dobbiamo ricordare che questo tipo di comportamento è inammissibile e ci impone di intervenire per recuperare i costi”, sottolineano.

Chiedono inoltre al cliente in questione, se ha letto la pubblicazione, di contattarli per risolvere la situazione. Si dicono infatti “disposti ad ascoltare qualsiasi problema che abbiate avuto e a trovare una soluzione equa”.

Il post ha avuto ripercussioni sul social network, dove le guachinche hanno ricevuto risposte sull’accaduto. “Alla fine chiederanno la carta d’identità per mangiare. I giusti pagheranno per i peccatori”, ha scritto un utente. Un altro ha indicato che “bisognerebbe mettere una guardia o una porta automatica quando c’è il rischio di ‘simpa'”.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie