13 de Aprile de 2024 09:09

Ristoranti con Stelle Michelin alle Canarie nel 2023

Ristoranti con Stelle Michelin alle Canarie nel 2023
ristoranti canari con Stelle Michelin 2023Le Isole Canarie avranno due ristoranti con due stelle nella Guida Michelin.
El Rincón de Juan Carlos, considerato da molti il miglior ristorante delle isole, conquista la sua seconda stella presso l’hotel Royal Hideways Corales Resort e pone Juan Carlos e Jonathan Padrón in una nuova dimensione.

Inoltre, il ristorante giapponese San-Hô a Tenerife e il Tabaiba a Las Palmas de Gran Canaria hanno entrambi ottenuto la loro prima stella Michelin.

Ristoranti con 2 stelle Michelin 2023 alle Isole Canarie

El Rincón de Juan Carlos, Adeje (Tenerife)

La storia del ristorante El Rincón de Juan Carlos inizia a Los Gigantes, nel sud-ovest di Tenerife.

Lì i fratelli Juan Carlos e Jonathan Padrón, insieme ai loro soci Raquel Navarro e María José Plasencia, sono riusciti a rendere questo ristorante il migliore delle Isole Canarie per molti anni.

Nel 2021 hanno deciso di trasferirsi all’hotel Royal Hideway Corales Resort di Adeje, dove già gestiscono l’offerta gastronomica di uno dei suoi spazi.

Nello stesso anno hanno rinnovato la loro stella, ne hanno ottenuta un’altra per il loro progetto Poemas di Hermanos Padrón a Las Palmas de Gran Canaria e ora hanno raggiunto la categoria di bi-stellati.

M.B., Guía de Isora (Tenerife)

Un altro hotel di lusso, il resort The Ritz-Carlton di Abama, funge da continente per il ristorante M.B., che non è altro che le iniziali dello chef spagnolo più premiato dalla guida Michelin, Martín Berasategui.

Erlantz Gorostiza è il capo chef, garante dell’ideologia del cuoco basco, ma sempre con un occhio di riguardo per i prodotti locali. Tanausú Quintero gestisce la sala da pranzo.

Ristoranti con 1 stella Michelin 2023 alle Isole Canarie

San-Hô, Adeje (Tenerife) (Nuovo)

L’impegno gastronomico dell’hotel Royal Hideaway Corales Resort di Adeje del gruppo Barceló, già premiato con la seconda onorificenza per El Rincón de Juan Carlos, si completa con un’altra stella per il ristorante San-Hô, un’ode alla fusione della cucina giapponese, peruviana e canaria nelle mani dei giovani chef Adrián Bosch ed Eduardo Domínguez, riconosciuti come i migliori chef canari rispettivamente nel 2012 e nel 2016.

Un nuovo concetto di cucina Nikkei che Daniel Rozada, in sala da pranzo, è responsabile di portare ai commensali e che pone la catena alberghiera come punto di riferimento nel suo impegno gastronomico.

Tabaiba, Lass Palmas de Gran Canaria (Nuovo)

La tabaiba è una pianta caratteristica dell’ecosistema canario e dal 2023 sarà anche il nome del terzo ristorante stellato della provincia di Las Palmas.

Si trova molto vicino alla spiaggia di Las Canteras a Las Palmas de Gran Canaria, dove lo chef Abraham Ortega, il suo braccio destro Aser Martín e il maître e sommelier José Pérez portano la cucina canaria a nuovi livelli di avanguardia.

Poemas di Hermanos Padrón, Las Palmas de Gran Canaria

In soli due anni i fratelli Padrón hanno triplicato il numero di stelle Michelin sulle porte dei loro stabilimenti.

Nell’edizione 2022 hanno celebrato questo per il loro ristorante Poemas nell’Hotel Santa Catalina di Las Palmas de Gran Canaria, ispirato al progetto incompiuto dell’artista Néstor Martín-Fernández de la Torre.

Icíar Pérez è lo Chef de Cuisine dell’isola di El Hierro e colui che applica ed esegue realmente la filosofia Padrón con la maestria necessaria per ottenere il riconoscimento della guida rossa.

Nub, Costa Adeje (Tenerife)

Anche il ristorante Nub di Andre Bernardi e Fernanda Fuentes-Cárdenas ha cambiato più volte sede, ma ha rinnovato la sua stella da quando l’ha ottenuta nel 2018.

Attualmente la loro proposta si trova all’Hotel Bahía del Duque di Costa Adeje, dove costruiscono ponti tra Europa e America attraverso il prodotto canario.

La Aquarela, Mogán (Gran Canaria)

Gregorio Fernández è il proprietario del ristorante La Aquarela da oltre 30 anni ed è assistito in cucina dallo chef Germán Ortega, che vanta una vasta esperienza in cucine di tutta Europa, tra cui The Lettonie e Hacienda Benazuza, entrambi con due stelle Michelin, e da Nikola Ivicic come sommelier.

Insieme formano una squadra ben oliata con una stella Michelin nel 2019.

Nei vari menu vengono combinati pesce, frutti di mare e carni locali.

Los Guayres, Mogán (Gran Canaria)

Nel sud dell’isola di Gran Canaria, il ristorante Los Guayres, situato nell’hotel Cordial Mogán Playa, sarà nuovamente protagonista con lo chef Alexis Álvarez al timone.

La hanno vinta anche nel 2019 con la loro proposta di fondere la più tradizionale e moderna cucina canaria con le tendenze europee e internazionali.

La dispensa canaria e atlantica è al centro dell’attenzione, compresi i prodotti più tipici della valle di Mogán in cui si trovano (gofio, capra, cernia e sama).

Abama Kabuki, Guía de Isora (Tenerife)

Il 2021 è stato un anno di profondi cambiamenti all’interno del gruppo Kabuki.

Ricardo Sanz e José Antonio Aparicio, fino ad allora partner di questo progetto, si sono separati e hanno diviso i ristoranti del gruppo.

Questo, all’interno dell’hotel Abama di Tenerife, è rimasto nelle mani di Sanz, che probabilmente lo rinominerà con il nuovo marchio “Ricardo Sanz Abama” creato nonostante la guida francese non rifletta ancora il cambiamento.

Ciò che rimane invariato, tuttavia, è che continuerà a essere il grande riferimento della cucina giapponese sulle isole con Emiliano Liska come sushiman.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie