16 de Aprile de 2024 00:19

Rifiuto nel Cabildo alla proposta socialista per facilitare le “Zone tensionate” nell’edilizia residenziale.

Il Cabildo di Tenerife, guidato da Rosa Dávila e composto da Coalición Canaria e Partido Popular, con il supporto di Vox, ha respinto una moción presentata dal Gruppo Socialista. Questa moción aveva l’obiettivo di agevolare la dichiarazione di “Zone di Mercato Residenziale Tensionato” nei comuni dell’isola di Tenerife. Inoltre, la proposta mirava a implementare un sistema di indici di riferimento dei prezzi, al fine di facilitare l’accesso all’abitazione.

La moción socialista invitava il Governo delle Canarie a condurre uno studio che agevolasse la dichiarazione di zone tensionate in materia di abitazioni. L’obiettivo principale era ridurre i prezzi delle case, attualmente fuori dalla portata di molte famiglie e lavoratori. Tuttavia, il gruppo di governo ha respinto questa iniziativa, sostenendo che le emendamenti presentate da vari gruppi politici avrebbero deformato completamente la proposta originale.

La consigliera Priscila de León ha difeso l’emendamento nel corso della sessione plenaria. Questo emendamento proponeva l’implementazione di un sistema di indici di prezzi di riferimento per le abitazioni a Tenerife. Ma cosa significa esattamente?

L’indice di prezzi di riferimento è stato recentemente introdotto dal Ministero delle Abitazioni e dell’Agenda Urbana. Esso fornisce un intervallo di valori per gli affitti nelle zone dichiarate tensionate. Questo sistema si applica sia ai grandi proprietari che alle abitazioni non affittate negli ultimi cinque anni. In particolare, l’indice tiene conto di due fattori:

  1. Crescita dei Prezzi: Si analizza se il prezzo di acquisto o affitto delle abitazioni negli ultimi cinque anni ha subito una crescita cumulativa di almeno tre punti percentuali sopra l’Indice dei Prezzi al Consumo (IPC) nelle Canarie.
  2. Sostenibilità Economica: Si verifica se il costo medio del mutuo o dell’affitto supera il 30% del reddito o delle entrate medie delle famiglie.

La moción socialista invitava anche i comuni di Tenerife che soddisfano i requisiti a richiedere al Governo delle Canarie la dichiarazione di “zona di mercato residenziale tensionato”. Questo permetterebbe l’applicazione dell’indice di prezzi di riferimento, contribuendo a rendere più accessibili le abitazioni.

In sintesi, la proposta mirava a creare un ambiente più sostenibile per l’accesso all’abitazione, soprattutto in un contesto in cui i prezzi delle case sono diventati insostenibili per molte famiglie. Tuttavia, il rifiuto da parte del Cabildo solleva interrogativi sulla politica abitativa e sulla necessità di trovare soluzioni concrete per affrontare la crisi immobiliare.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie