21 de Maggio de 2024 03:24

Impossibile per i lavoratori trovare alloggio a Tenerife.

Prezzi pazzi per gli affitti

La mancanza di alloggi pubblici, la riduzione dell’offerta e il boom delle case vacanza rendono impossibile per i lavoratori trovare un alloggio a un prezzo in linea con i loro stipendi.Albergatori, costruttori e lavoratori avvertono di un possibile “collasso” del settore turistico se non si trovano soluzioni “urgenti” al problema degli alloggi nel sud di Tenerife.La preoccupazione è alta e si prevede una prospettiva “drammatica” se non si adottano immediatamente delle misure.

“Questa realtà è insostenibile e la mancanza di personale e di professionisti nelle aziende, soprattutto nel settore turistico, potrebbe portare al collasso”, ha dichiarato Manuel Fitas, segretario generale dei Sindicalistas de Base, l’organizzazione maggioritaria del settore alberghiero della provincia di Tenerife, ricordando che i costi sono aumentati anche nelle zone centrali e nei quartieri più lontani dagli hotel e dagli appartamenti, dove, ha detto, i prezzi non scendono sotto gli 800 euro, con aumenti fino al 30% nei comuni più densamente popolati.Questa situazione fa sì che i disoccupati del continente escludano di trasferirsi a Tenerife – e alle Canarie in generale – a causa dell’impossibilità di pagare l’affitto.

“La ripresa turistica è un dato di fatto, gli alberghi sono pieni di turisti, ma molti lavoratori non sono tornati per l’impossibilità di accedere a un alloggio a un prezzo che possono permettersi con i loro stipendi”, ha sottolineato Fitas.
I sindacalisti di base e l’associazione dei datori di lavoro alberghieri Ashotel hanno già chiesto un incontro con la Federazione dei Comuni delle Canarie attraverso una lettera in cui avvertono che le “poche” case disponibili nelle città adiacenti alle zone turistiche superano il 60% del salario medio.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie