13 de Aprile de 2024 08:31

Il pangiallo romano.

Il pangiallo romano è un dolce tipico delle feste che ha origini antiche, risalenti addirittura alla Roma imperiale. Si usa prepararlo il giorno del solstizio d’inverno come buono auspicio per il ritorno delle lunghe giornate di sole, forma che ricorda un pò questo dolce.Sono tante le varianti di ricetta di pangiallo che si possono trovare, com’è solito per un piatto di antiche origini, ma più che di pangiallo si tratta di panpepato ricetta molto diffusa in Umbria, Toscana e in generale in tutto il centro Italia.

Ingredienti

PER IL PANGIALLO

200 gr di mandorle pelate200 gr di noci200 gr di nocciole pelate100 gr di pinoli100 gr di canditi300 gr di uva passa200 gr di farina 00200 gr di miele150 gr di cioccolato1 scorza di arancia e di un limone grattugiata

PER LA GLASSA

2 cucchiai di farina 002 cucchiai di olio extravergine d’olivazafferano qb.

Per la preparazione

Riscaldate il miele in un pentolino fino a renderlo liquido, unendo la buccia grattugiata di un arancio e di un limone. Nel frattempo mettete l’uva passa a bagno per circa 30 minuti.

Tritate grossolanamente tutta la frutta secca e riunitela in una ciotola insieme con i canditi, l’uva passa strizzata e il cioccolato tritato.

Aggiungete il miele sciolto e mescolate. Quindi aggiungete la farina a poco a poco e amalgamate bene fino a far diventare il composto compatto.

Con le mani infarinate formate quattro panetti e metteteli su una placca da forno a riposare per un paio d’ore.

Preparate la glassa mettendo in un pentolino a scaldare la farina, l’olio e lo zafferano (qualche pistillo) sciolto in un pò di acqua. Aggiungete altra acqua per formare una pastella fluida con cui spennellare i panetti.

Infornate a 180° per 40 minuti fino a quando non si sarà formata una crosticina sopra il panetto.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie