24 de Febbraio de 2024 06:36

Addio a più di 20 anni di “barracones”: quest’anno apre la scuola secondaria Parque La Reina

La scuola secondaria più grande delle Canarie, con una capacità di 800 studenti, metterà fine a settembre ai trenta moduli prefabbricati di Guaza; Torres ne elogia le strutture “esemplari”.

I mesi sono contati 21 anni dopo la sua inaugurazione come soluzione “provvisoria” per far fronte al boom demografico della regione all’inizio del secolo, e la caserma di Guaza, l’ultimo centro educativo delle Canarie costruito interamente con moduli prefabbricati.

Dal prossimo anno, la Scuola Secondaria Parque La Reina accoglierà i suoi studenti e insegnanti, che si lasceranno alle spalle un incubo durato troppo a lungo in trenta aule con gravi carenze tecniche. Non dovranno più soffrire temperature insopportabili, sospendere le lezioni quando piove a causa di perdite d’acqua, né i pavimenti e le pareti vibrare, né le tubature dei bagni scoppiare.
Dopo un investimento di 7,9 milioni di euro, il nuovo centro educativo di Arona è stato presentato ieri nel corso di una cerimonia alla quale hanno partecipato, tra le altre autorità, il Presidente del Governo delle Canarie, Ángel Víctor Torres, il Ministro regionale dell’Istruzione, Manuela Armas, e il Sindaco di Arona, José Julián Mena, oltre al Preside dell’IES Guaza, Goreti Ramos, e ai rappresentanti dell’impresa costruttrice.

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Le ultime notizie